Filiera Eco-alimentare – Crodo 16 settembre

Venerdì 16 settembre, alle ore 21.00 presso il Foro Boario di Crodo, verranno condivisi i risultati del progetto Filiera Eco-alimentare, teso alla valorizzazione delle carni di selvaggina e alla gestione di prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini.

Nello specifico il Dott. Roberto Viganò, responsabile scientifico del progetto illustrerà i dati raccolti nell’ambito del progetto e fornirà le indicazioni sul processo di filiera, sia dal punto di vista tecnico che igienico-sanitario, senza trascurare anche l’aspetto economico e le relative opportunità per la costruzione di una filiera partecipata e controllata.

L’incontro è aperto a TUTTI gli INTERESSATI e rivolto in particolare agli aderenti ai Comprensori Alpini di Caccia ed ai ristoratori.

Nell’ambito della serata verrà presentata anche la tabella nutrizionale ed i risultati delle analisi organolettiche delle carni di selvaggina.

L’evento è organizzato al fine di diffondere le risultanze del progetto medesimo.

Logo Filiera Eco-Alimentare

 

Annunci

Corso di perfezionamento – Programmazione, tecniche di cattura e traslocazione degli animali selvatici

Prenderà il via il 21 ottobre prossimo il I° Corso di perfezionamento in Programmazione, tecniche di cattura e traslocazione degli animali selvatici” organizzato dal Dipartimento di Medicina Veterinaria (DiMeVet) dell’Università degli Studi di Milano.

Nella gestione faunistica la cattura degli animali selvatici è un’attività che sempre più spesso vede coinvolto il Medico Veterinario in ambito di traslocazione di soggetti a fini di progetti di immissione, piani di contenimento numerico e rimozione di animali problematici. Lo sviluppo di queste operazioni richiede, oltre a conoscenze specifiche delle diverse tecniche (teleanestesia e catture meccaniche), una serie di conoscenze e competenze dal benessere e patofisiologia relative al contenimento di animali, all’etologia e biologia delle specie animali coinvolte. Altresì vanno attentamente valutate le implicazioni sanitarie ed i rischi epidemiologici intrinseci  nelle operazioni di cattura ed immissione, nonché aspetti amministrativi e legislativi. Un’articolata formazione culturale e professionale su tutti questi aspetti, fornisce al Medico Veterinario la preparazione adeguata per eseguire gli interventi di cattura dalle fasi di programmazione, alla loro esecuzione completa.

Il programma prevede 50 ore complessive di lezioni teoriche di cui 10 di attività pratica sul campo.
Tra i docenti del corso, anche i membri dello Studio Associato AlpVet e collaboratori.

Possono partecipare al Corso di Perfezionamento coloro che siano in possesso del Diploma di Laurea o della Laurea Specialistica in Medicina Veterinaria. Potranno essere ammessi anche laureati e laureati magistrali in altre discipline previa valutazione dei competenti organi del corso. Il bando di partecipazione al corso è disponibile sul sito dell’ateneo all’indirizzo: http://www.unimi.it/studenti/corsiperf/101960.htm.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente online compilando l’apposito modulo disponibile sul sito Internet dell’Ateneo. Le domande, provviste di curriculum vitae, dovranno essere inoltrate alla Segreteria organizzativa del corso:
Dott.ssa Angela Pagano
Tel. 02 503 18122 – Fax  02 503 18079
E-mail: angela.pagano@unimi.it

Il Bando sarà on-line da fine agosto e le iscrizioni chiuderanno il 26 settembre.

Corso Perfezionamento Catture 2016

 

 

 

Conferenza chiusura Progetto Filiera Eco-Alimentare – 26 luglio 2016

L’Associazione ARS.UNI.VCO, i Dipartimenti DIVEMET, VESPA e GeSDiMont dell’Università di Milano e l’Unione dei Comuni dell’Alta Ossola, organizzano per martedì 26 luglio 2016, ore 9.30 presso il Collegio Mellerio Rosmini di Domodossola  la CONFERENZA di CHIUSURA del “PROGETTO FILIERA ECO-ALIMENTARE – Valorizzazione delle carni di selvaggina: la gestione di prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini”.

Nel corso dell’incontro i partner di progetto oltre alla restituzione del lavoro svolto, illustreranno dati ed indicazioni sul processo di filiera dal punto di vista tecnico, igienico sanitario ed economico.

PROGRAMMA

ore 9.30 – Saluti Istituzionali

Enrico Borghi – Parlamentare e Presidente UNCEM Nazionale
Stefano Costa  – Presidente Provincia VCO
Bruno Stefanetti – Presidente Unione Montana Alta Ossola
Angelo Tandurella – Vice-Sindaco di Domodossola e ass.re al Turismo
Francesca Zanetta – Commissario Fondazione CARIPLO
Franco Ottinetti – Vice-Presidente ARS.UNI.VCO

ore 10.00 – Presentazione sintetica delle Relazioni predisposte dai partner di progetto:

“Filiera Eco-alimentare: una rete sostenibile tra partner, stakeholder e cittadinanza”
Relazione di Andrea Cottini (Coordinatore Progetto) e Federica Fili Associazione ARS.UNI.VCO – Capofila di progetto

“Analisi storica dell’impatto degli ungulati a livello locale”
Relazione di: Alberto Tamburini, Davide Ferrero, Silvana Mattiello
Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna – GE.S.DI.MONT. – UNIMI – Partner di progetto

“Il processo di filiera: salubrità, tracciabilità e identificazione (marchio) del prodotto selvaggina”  Relazione di Claudio Boldini, Roberto Viganò e Luigi Tripodi
Unione Montana Alta Ossola – Partner di progetto

“La carne di ungulati selvatici: sanità animale e sicurezza alimentare”
Relazione di Nicola Ferrari, Camilla Luzzago, Nicoletta Formenti, Tiziana Trogu, Roberto Viganò, Paolo Lanfranchi
Dipartimento di Medicina Veterinaria – DIMEVET – UNIMI – Partner di progetto

“La valorizzazione della carne di selvaggina locale.  Quali opportunità per una filiera partecipata e controllata”
Relazione di Anna Gaviglio, Eugenio Demartini, Maria Elena Marescotti
Dipartimento di Scienze Veterinarie per la Salute, la Produzione Animale e la Sicurezza Alimentare – VESPA – UNIMI – Partner di progetto

Conclusioni
“PROCESSI di FILIERA ECO-ALIMENTARE – La gestione di prodotto sostenibile per lo sviluppo dei territori alpini” 

ore 13.00 – Standing lunch presso il Collegio Rosmini di Domodossola

La giornata è organizzata con il patrocinio di:
Provincia di Verbania
ASL VCO
Ente di gestione delle Aree Protette dell’Ossola
Comprensorio Alpino VCO1 – Verbano-Cusio
Comprensorio Alpino VCO2 – Ossola Nord
Comprensorio Alpino VCO3- Ossola Sud
ConfCommercio VCO
Associazione Park-è
Collegio Mellerio Rosmini

La PARTECIPAZIONE É LIBERA e GRATUITA.
Sarà possibile seguire l’evento anche a distanza in videoconferenza diretta inviando una mail a segreteria@univco.it.

Locandina_26_luglio_2016_ok.jpg

Corso Cacciatore Formato – CA VC1 e ASL Vercelli

Il Comprensorio Alpino di Caccia VC1 – Valle del Sesia, con il patrocinio dell’ASL di Vercelli, organizza con la collaborazione dello Studio Associato AlpVet il corso di abilitazione alla qualifica di Cacciatore Formato, ai sensi del Reg. CE 853/2004 e della DGR di Regione Piemonte 13-3093 del 12 dicembre 2011.

Il corso si svolgerà presso la sede del Comprensorio Alpino VC1, in via M.T. Rossi 17 a Varallo Sesia (VC) nelle serate del 29 e 30 giugno e 6 e 7 luglio (dalle ore 20 alle ore 23), e si chiuderà con una parte pratica che si svolgerà nella mattina di sabato 9 luglio.

Le lezioni teoriche verteranno su aspetti normativi legati al Pacchetto Igiene, qualità organolettica e nutrizionale delle carni di selvaggina, anatomia e fisiologia degli ungulati selvatici, valutazione dei comportamenti anomali, patologie e contaminanti ambientali, balistica terminale e preparazione al tiro, corretta gestione e trattamento della spoglia. La lezione pratica invece sarà dedicata al corretto sezionamento di una carcassa ed al riconoscimento delle singole porzioni per le successive preparazioni culinarie, fino ad arrivare alla degustazione di prodotti a base di selvaggina accompagnati da vini offerti dall’Azienda Vitivinicola Barbaglia.

Per maggiori informazioni e per scaricare programma e modulo di iscrizione, cliccare qui.

LocandinaCorsoCarniVercelli_PatrocinioASL.jpg

Corso Cacciatore Formato – Varese

La sezione FIDC di Varese, con il patrocinio della Provincia di Varese e dell’ATS Insubria, e con la collaborazione dello Studio Associato AlpVet, organizza il Corso per l’abilitazione a “Cacciatore formato” ai sensi del Reg. CE 853/2004 e della Delibera di Regione Lombardia X/2612 del 7 nov 2014.

Il corso si articola in 16 ore di lezioni, di cui 12 teoriche (che si svolgeranno nelle giornate del 10, 11, 14 e 16 giugno presso la sede della Protezione di Jerago con Orago in Piazza Don Mauri), e 4 di attività pratica (che si svolgerà presso l’Albergo Ristorante Edelweiss di Crodo nella mattina di sabato 18 giugno).
Le lezioni del 10, 14 e 16 giugno si svolgeranno dalle 20 alle 23, mentre quella di sabato 11 si svolgerà dalle 9 alle 12.
Le lezioni teoriche tratteranno le materie previste dalla direttiva comunitaria e regionale, e gli aspetti pratici relativi alla corretta gestione delle carni di selvaggina.
L’attività pratica prevede il sezionamento di una carcassa, il riconoscimento delle singole porzioni, e alcuni consigli per le diverse preparazioni culinarie.
Al termine del corso è previsto un buffet finale a base di selvaggina.

Il corso abilita il “Cacciatore formato” alla commercializzazione dei capi di selvaggina prelevata nell’ambito dei piani di gestione faunistico-venatori. Riteniamo tuttavia importante la partecipazione a questo corso anche a coloro i quali continueranno a gestire il proprio carniere per l’autoconsumo, in quanto le informazioni che verranno fornite saranno utili sia per gli aspetti di igiene del prodotto che di salute pubblica, oltre che per una rivalutazione di un prodotto di pregio, quale è la selvaggina selvatica.

Docenti del corso saranno i membri dello Studio Associato AlpVet, personale dell’ATS Insubria e lo Chef Ugo Facciola.

Per maggiori informazioni e per scaricare programma a modulo di iscrizione, cliccate qui.
Il corso è limitato ad un massimo di 25 persone.

LocandinaCorsoCarniVarese

 

“Il buono della selvaggina: l’arte della comunicazione” – Filiera Eco-Alimentare

Nell’ambito del Progetto “Filiera Eco-Alimentare” finanziato da Fondazione Cariplo, Ars.Uni.VCO organizza per giovedì 19 ottobre con il patrocinio della Provincia del VCO, delle Aree Protette dell’Ossola e dell’Associazione Parkè, il secondo incontro sulle tematiche affrontate dal progetto.

La comunicazione riveste oggi sempre più un ruolo preminente nella diffusione di buone pratiche e di progetti.
Saper comunicare nel modo corretto concetti anche delicati costituisce un importante aspetto per la realizzazione del progetto in particolare e per il possibile sviluppo della filiera che si intende costruire. La comunicazione non è semplicemente parlare ma presuppone necessariamente una relazione e quindi uno scambio.

Interverranno il Dott. Antonio Longo Dorni, esperto in comunicazione, ed il Dott. Roberto Viganò, responsabile scientifico del progetto.

Il seminario è libero, gratuito e aperto a tutti, e si svolgerà presso il Collegio Rosmini di Domodossola.

Locandina_seminario 29 otto 15

Progetto Filiera Eco-Alimentare – Corsi di formazione per cacciatori

Logo Filiera Eco-AlimentareNell’ambito del progetto Filiera Eco-Alimentare finanziato da Fondazione Cariplo, Ars.Uni.Vco, capofila del progetto, ha organizzato con il patrocinio di Provincia del Verbano Cusio Ossola, A.S.L. del V.C.O., Comprensori Alpini di Caccia VCO1 Verbano-Cusio, VCO2 Ossola Nord e VCO3 Ossola Sud un corso di formazione specifico rivolto al mondo venatorio inerente la gestione igienico-sanitaria delle carni di selvaggina.

Il corso di formazione (scarica la Locandina Corsi giugno luglio 2015), organizzato all’interno del progetto Filiera Eco-alimentare, si pone l’obiettivo di formare gli appartenenti al mondo venatorio secondo le direttive comunitarie e nazionali e di verificare le disponibilità dei medesimi per una fattiva partecipazione nel processo di costruzione della filiera.

Ars.Uni.VCO ha incaricato lo staff di AlpVet per lo svolgimento delle lezioni, in collaborazione con l’ASL del VCO.

I soci dei Comprensori Alpini della Provincia del VCO, potranno usufruire di TRE SESSIONI GRATUITE ciascuna della durata di 16 ore, in cui il tema cardine del corso è rappresentato dall’etica venatoria nell’ottica del benessere animale, condizione necessaria per ottenere un prodotto di qualità.

Per raggiungere tale obiettivo, l’attività formativa prevede lezioni frontali inerenti: legislazione corrente, valorizzazione del prodotto, aspetti di anatomia e fisiologia degli ungulati selvatici, patologie della fauna con particolare riguardo agli aspetti zoonosici, contaminanti ambientali, modalità di caccia, balistica terminale, gestione delle carcasse. È prevista inoltre una parte pratica volta a illustrare le corrette tecniche di eviscerazione, gestione e trasporto della carcassa verso i centri di lavorazione, soffermandosi in modo particolare sull’aspetto di riconoscimento degli organi e delle eventuali lesioni presenti.

SESSIONE 1 Collegio Mellerio Rosmini – Domodossola
(Martedì 23 a Venerdì 26 giugno 20.00/23.00 e sabato 27 giugno 8.30/12.30)

SESSIONE 2 Collegio Mellerio Rosmini – Domodossola
(Sabato 11 e domenica 12 luglio – 8.30/12.30 e 14.00/18.00)

SESSIONE 3 sala Comprensorio alpino VCO1 Verbania
(Sabato 25 e domenica 26 luglio – 8.30/12.30 e 14.00/18.00)

Per informazioni è possibile contattare la dott.ssa Federica Fili, ai seguenti contatti: e-mail federica.fili@univco.it – Tel. 0324 482 548.