FIDC Magenta: aperte le iscrizioni al Corso di Tipica Alpina

La Sezione FIDC di Magenta, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet, organizza il Corso per la preparazione all’esame di abilitazione all’esercizio venatorio in Zona Alpi. L’obiettivo è quello di fornire le corrette informazioni di carattere ecologico, biologico e gestionale sulla tipica fauna alpina.

Le lezioni sono fissate nei giorni 24, 26 e 28 giugno; termine ultimo per iscriversi: mercoledì 19 giugno. Per maggiori info inviare una email a fidcnucleomagenta@gmail.com.

Corso Tipica Magenta

 

 

Annunci

Magenta: al via il “Corso per il corretto trattamento della carcassa” per l’abilitazione del Cacciatore Formato

Dal 17 giugno al 9 luglio nuovo appuntamento a Magenta con il Corso per il corretto trattamento della carcassa per la qualifica di Cacciatore Formato ai sensi dei Reg (CE) 852-853 del 2004 e della DGR X/2612 del 7 novembre 2014 di Regione Lombardia. Organizzato da FIDC Magenta, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet e l’ATS Città Metropolitana di Milano, le iscrizioni sono aperte fino il 12 giugno.

Il corso è articolato in quattro appuntamenti teorici (17-24 giugno | 1-9 luglio) e in un incontro pratico fissato per l’8 luglio. Ai partecipanti verranno fornite le nozioni necessarie sia per la gestione delle carni di ungulati che di piccola selvaggina.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede FIDC Magenta, in Via Cadorna 12. Per maggiori informazioni inviare una e-mail a fidcnucleomagenta@gmail.com oppure a info@alpvet.it. www.federcaccianucleomagenta.it

 

Corso Cacciatore Formato Magenta

 

Cacciatore Formato: a Varese il Corso per il corretto trattamento delle carni di selvaggina

Sono aperte fino al 15 giugno le iscrizioni per partecipare al Corso per il corretto trattamento delle carni di selvaggina organizzato in collaborazione con la sezione FIDC di Varese e lo Studio Associato AlpVet. Le lezioni, articolate in 4 appuntamenti teorici e una prova pratica, hanno l’obiettivo di abilitare la figura del Cacciatore Formato ai sensi ai sensi dei Reg (CE) 852-853 del 2004 e della DGR X/2612 del 7 novembre 2014 di Regione Lombardia.

Gli incontri teorici si svolgeranno presso la sede FIDC di Varese, in Via Piave 9, nelle seguenti serate: 21, 26 giugno e il 4, 10 luglio; mentre la prova pratica si svolgerà il 13 luglio.

Per info e iscrizioni contattare la segreteria FIDC di Varese al numero 0332-282074 oppure via e-mail all’indirizzo fidc.varese@fidc.it. Maggiori dettagli su www.fidc-va.eu

 

 

Corsi di abilitazione alla Caccia di selezione agli ungulati e alla Caccia collettiva al cinghiale – Società Cacciatori Bereguardo

Lo Studio Associato AlpVet, in collaborazione con la Società Cacciatori di Bereguardo (Sezione Comunale di FIDC), organizza il “Corso per l’abilitazione alla caccia collettiva al cinghiale” e il “Corso per l’abilitazione alla caccia di selezione a capriolo, camoscio, cervo, daino, muflone e cinghiale”, conformi al Decreto della Regione Lombardia n. 2092 del 19/02/2018 e relativi allegati, e ai requisiti ISPRA.

È possibile l’iscrizione ad entrambi i corsi con un percorso formativo unico.

Le lezioni avranno inizio il 28 maggio prossimo e si svolgeranno presso le prestigiose sale del Castello di Bereguardo.

Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 20 maggio tramite mail all’indirizzo:
societacacciatoribereguardo@gmail.com
oppure contattando i referenti della Società Cacciatori Bereguardo ai seguenti numeri:
Larocca Michele – 339 5799804
Nodari Carlo – 347 1778863
Cazzago Federico – 334 3558838

Locandina Caccia Bereguardo_2019_Sel&Coll

La Società Cacciatori di Bereguardo nella giornata del 19 maggio organizza la XVIII° Sagra della Caccia, mostra mercato venatorio nei cortili del Castello medioevale di Bereguardo con abbigliamento da caccia, accessori, artigianato venatorio con incisori, sculture del legno di soggetti venatori e altro ancora…
All’interno delle sale quattrocentesche verranno allestite esposizione di armi con alcune delle più note aziende italiane del settore. Inoltre vi sarà l’esibizione con richiami a bocca per anatidi e chioccolatori e la partecipazione della falconeria da caccia con laboratori per bambini.
Nell’ambito della manifestazione verrà allestito un tunnel pratico con carabina ad aria compressa aperta a tutti e con personale qualificato.
In questa edizione torna la Mostra Canina specialistica con soli cani da caccia per i gruppi 6 (segugi e cani per pista da sangue), 7 (cani da ferma) e 8 (cani da riporto, cani da cerca e cani da acqua).

Durante la manifestazione sarà attivo un servizio ristoro con piatti della tradizione, tra cui il gradito ritorno della Polenta cotta nel paiolo in rame nei cortili del castello, accompagnato dal tradizionale gorgonzola e la presenza, ormai un classico, della “Confraternita della Raspatura”.
Come ogni anno parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza con la collaborazione della FIdC di Pavia.
La manifestazione è ad ingresso libero.

XVIII Sagra della caccia Bereguardo

Corso abilitazione alla caccia collettiva al cinghiale – FIDC Sesto San Giovanni

La Sezione FIDC di Sesto San Giovanni, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet, organizza il “Corso per l’abilitazione per la caccia collettiva al cinghiale”, conforme al Decreto della Regione Lombardia n. 2092 del 19/02/2018 e relativi allegati.

Le lezioni, si svolgeranno presso la sede della Sezione FIDC di Sesto San Giovanni nelle giornate di lunedì e giovedì, a partire da lunedì 20 maggio.

Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 13 maggio al Presidente Sig. Carlo Di Giacomo all’indirizzo mail carlo.digiacomo@fastwebnet.it.

Si raccolgono pre-adesioni anche per un eventuale corso per la caccia di selezione agli ungulati.

Locandina Corso Cinghiali SestoSG 2019

Corso Tipica Alpina – FIDC Varese 2019

La Sezione FIDC di Varese, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet, organizza un corso per la preparazione all’esame di abilitazione all’esercizio venatorio in Zona Alpi, fornendo informazioni di carattere ecologico, biologico e gestionale sulla tipica fauna alpina.

Le iscrizioni sono da effettuarsi entro il 29 marzo presso la segreteria di FIDC Varese al numero 0332-282074 o scrivendo all’indirizzo fidc.varese@fidc.it.

Alle lezioni del Dott. Roberto Viganò si aggiungeranno altre due lezioni su normativa e armi gestite da Michele Pinna nelle serate del 3 e 17 Aprile.

Maggiori informazioni all’indirizzo http://www.fidc-va.eu/

LocandinaCorsoTipicaVarese 2019.jpg

Anschuss Seminar – Buona la prima!

Domenica 10 marzo, a Villette (VB), si è tenuta una giornata sull’Anschuss Seminar, in collaborazione con Serena Donnini, Alberto Besati e lo Studio AlpVet.

Come primo evento, la partecipazione è stata buona, ma soprattutto è stata apprezzata la curiosità di molti nel vedere cosa stessimo facendo di così strano…
Peccato che molti cacciatori non abbiamo approfittato dell’evento e della collaborazione del Comprensorio Alpino VCO2, che fin da subito aveva creduto nell’iniziativa, volta a far prendere maggior coscienza ai propri iscritti sulla necessità di verificare con la massima attenzione il colpo, per valutare il buon o cattivo esito dello stesso e indirizzare la ricerca col cane da traccia sulla base di evidenze chiare e riconoscibili.

Serena Donnini, in qualità di esperto conduttore di cani da traccia e grazie alla sua esperienza, ha fornito informazioni utilissime nell’impostazione di questo evento, ma anche indicazioni precise e grandissima competenza nel riconoscimento dei segni lasciati sull’anschuss dopo il colpo.
Grazie alla collaborazione della Polizia provinciale e dell’Amministrazione di Villette, abbiamo potuto anche effettuare dei tiri su una carcassa di capriolo, per vedere e comprendere come colpi agli arti, alla coscia, alla mandibola, o all’addome, lascino di volte in volta tracce ben precise che devono essere riconosciute attentamente dal cacciatore esperto affinché comprenda l’errore effettuato durante il tiro e chiami nel più breve tempo possibile un conduttore abilitato con suo cane da traccia.

Per quanto la prima regola sia sempre quella di abbattere l’animale senza alcuna sofferenza mirando alle aree vitali, tutti possono incorrere in errori ferendo un animale. L’etica venatoria si misura pertanto anche nel riconoscimento dei propri errori, e per tale motivo l’obbligo morale ci impone di limitare al massimo le sofferenze di ogni essere vivente, verificare con attenzione l’esito del tiro, e recuperare nel più breve tempo possibile la preda sanando in qualche modo l’errore commesso.