Corsi di abilitazione alla Caccia di selezione agli ungulati e alla Caccia collettiva al cinghiale – FIDC Sesto San Giovanni

La Sezione FIDC di Sesto San Giovanni, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet, organizza il “Corso per l’abilitazione alla caccia collettiva al cinghiale” e il “Corso per l’abilitazione alla caccia di selezione a capriolo, camoscio, cervo, daino, muflone e cinghiale”, conformi al Decreto della Regione Lombardia n. 2092 del 19/02/2018 e relativi allegati, e ai requisiti ISPRA.

È possibile l’iscrizione ad entrambi i corsi con un percorso formativo unico.

Le lezioni avranno inizio il 9 settembre prossimo.

Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 2 settembre contattando il referente della Sezione di Sesto San Giovanni, Sig. Carlo di Giacomo, tramite mail all’indirizzo: carlo.digiacomo@fastwebnet.it

Per maggiori informazioni scrivete a info@alpvet.it.

 

Annunci

I° Congresso Nazionale sulle Filiera di Carni di Selvaggina – Lodi, 7/8 novembre 2019

“Tenuto conto del suo valore ecologico, sociale ed economico, la fauna selvatica è un’importante risorsa naturale rinnovabile, con rilevanza per settori quali lo sviluppo rurale, la pianificazione del territorio, l’offerta alimentare, il turismo, la ricerca scientifica e il patrimonio culturale. Se gestita in modo sostenibile, la fauna selvatica può fornire un’alimentazione e un reddito e contribuire notevolmente alla riduzione della povertà, nonché alla salvaguardia della salute umana e ambientale” (FAO, 2005).

Partendo da questi presupposti, e convogliando le varie esperienze svolte in Italia, nasce l’esigenza di promuovere un Congresso nazionale sul tema della Filiera delle carni di selvaggina selvatica, con l’obiettivo di fornire strumenti in grado di applicare correttamente le norme già presenti, al fine di valorizzare una risorsa disponibile che sta trovando sempre maggior consenso nel consumatore moderno.

Il Congresso è organizzato grazie alla collaborazione tra la Società Italiana di Ecopatologia della Fauna (SIEF), Associazione Italiana Veterinari Igienisti (AIVI), Società Italiana di Economia Agraria (SIDEA), Società Italiana di Economia Agro-Alimentare (SIEA) e i Dipartimenti Scienze Veterinarie per la Salute, la Produzione animale e la Sicurezza alimentare “Carlo Cantoni” (VESPA) e di Medicina Veterinaria (DIMEVET) dell’Università degli Studi di Milano ed il supporto dell’Associazione per lo sviluppo della cultura, degli Studi Universitari e della ricerca nel Verbano Cusio Ossola (ARS.UNI.VCO) e di Fondazione Onlus Uomo-Natura-Ambiente (Fondazione UNA), e si svolgerà a Lodi presso il nuovo polo della Facoltà di Veterinaria di Milano nei giorni 7 e 8 novembre 2019.

Cattura

Obiettivo del congresso è fornire strumenti utili a migliorare e definire la qualità del prodotto, certificandone anche requisiti non ancora normati ma richiesti dal consumatore, come ad esempio il benessere animale, l’impatto ambientale, i valori nutrizionali e la tracciabilità.

Il Congresso è suddiviso in varie sessioni:

  • Qualità, percezione e valorizzazione della carne di selvaggina di filiera italiana
  • Igiene di processo e sicurezza alimentare
  • Patogeni zoonosici e rischio infettivo
  • Il punto di vista del Ministero sulla filiera nazionale delle carni di selvaggina
  • Contributi scientifici di progetti a rilevanza nazionale (sessione libera a cui tutti sono invitati a presentare contributi di ricerche scientifiche a rilevanza nazionale svolti nell’ambito dell’igiene, gestione, promozione delle carni di selvaggina seguendo le specifiche linee guida),

L’evento è in fase di accreditamento per Medici Veterinari e partecipa al programma di formazione professionale continua dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali (ai Dottori Agronomi e ai Dottori Forestali è richiesta l’iscrizione anche tramite il SIDAF al sito: https://www.conafonline.it)

Maggiori informazioni, programma dell’evento, modalità di iscrizione e presentazione degli abstract, recettività alberghiera sul sito https://congressocarnidiselvaggina.wordpress.com/

Premio UNCZA Tesi di Laurea 2019 – Analisi colorimetrica delle carni di Cervo in relazione ai valori di pH e alle buone pratiche di gestione

Dopo alcuni anni, torniamo a festeggiare un nostro tesista con il premio UNCZA 2019 per la miglior tesi di laurea!

La Dott.ssa Fiammetta Riccardi, che ha collaborato con noi nell’ambito del Progetto “Processi di Filiera Eco-alimentare”, ha vinto con la tesi ANALISI COLORIMETRICA DELLE CARNI DI CERVO (Cervus elaphus) IN RELAZIONE AI VALORI DI pH E ALLE BUONE PRATICHE DI GESTIONE” (Relatore: Prof.ssa Stefania Iametti – Correlatore: Dott. Roberto Viganò).

La tesi è stata particolarmente apprezzata dai valutatori UNCZA sia per l’argomento che per le analisi approfondite e innovative sul tema della qualità e della certificazione delle carni di selvaggina, argomento sempre più di moda e di interesse a livello venatorio.

Complimenti ancora alla Dott.ssa Riccardi per l’impegno e la bravura nella stesura della tesi, di cui riportiamo l’abstract.


L’incremento demografico delle popolazioni di ungulati selvatici che si è registrato negli ultimi anni ha fatto emergere la necessità di mettere a punto piani relativi alla gestione di questi animali volti a porre un equilibrio tra le attività antropiche e la presenza faunistica, permettendo un utilizzo sostenibile di questa risorsa naturale rinnovabile.
Partendo proprio da questo concetto, nell’ambito di un bando promosso da Fondazione Cariplo relativo alla “Comunità resiliente”, si è dato inizio nel febbraio 2015 ad un progetto denominato “PROCESSI DI FILIERA ECO-ALIMENTARE: la gestione di un prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini”. Il naturale sviluppo di questa prima fase è stato l’avvio, a partire dall’aprile 2017, del progetto “PROCESSI DI FILIERA ECO-ALIMENTARE: la gestione di un prodotto sostenibile per lo sviluppo dei territori alpini”. Entrambi i progetti hanno avuto come scopo la gestione sostenibile degli ungulati selvatici e la finalità di valorizzare le carni di selvaggina attraverso la stesura di linee guida per la corretta gestione delle carcasse, l’ispezione veterinaria e la successiva trasformazione e commercializzazione del prodotto.
Questa azione progettuale mira allo sviluppo di un processo produttivo che possa garantire un approccio sostenibile nei confronti della bio-risorsa fauna e allo stesso tempo possa portare ad un miglioramento della qualità delle carni attraverso il rispetto del benessere animale, adeguate garanzie sanitarie e un’opportuna valorizzazione del prodotto mediante lo sviluppo di una filiera.
Nell’ottica della creazione di un prodotto certificato di qualità sono state condotte indagini sul rilevamento dei valori di pH come importante e utile mezzo per una prima analisi della qualità e della salubrità delle carcasse di cervo abbattuti nella stagione venatoria 2017/2018.

FIDC Magenta: aperte le iscrizioni al Corso di Tipica Alpina

La Sezione FIDC di Magenta, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet, organizza il Corso per la preparazione all’esame di abilitazione all’esercizio venatorio in Zona Alpi. L’obiettivo è quello di fornire le corrette informazioni di carattere ecologico, biologico e gestionale sulla tipica fauna alpina.

Le lezioni sono fissate nei giorni 24, 26 e 28 giugno; termine ultimo per iscriversi: mercoledì 19 giugno. Per maggiori info inviare una email a fidcnucleomagenta@gmail.com.

Corso Tipica Magenta

 

 

Magenta: al via il “Corso per il corretto trattamento della carcassa” per l’abilitazione del Cacciatore Formato

Dal 17 giugno al 9 luglio nuovo appuntamento a Magenta con il Corso per il corretto trattamento della carcassa per la qualifica di Cacciatore Formato ai sensi dei Reg (CE) 852-853 del 2004 e della DGR X/2612 del 7 novembre 2014 di Regione Lombardia. Organizzato da FIDC Magenta, in collaborazione con lo Studio Associato AlpVet e l’ATS Città Metropolitana di Milano, le iscrizioni sono aperte fino il 12 giugno.

Il corso è articolato in quattro appuntamenti teorici (17-24 giugno | 1-9 luglio) e in un incontro pratico fissato per l’8 luglio. Ai partecipanti verranno fornite le nozioni necessarie sia per la gestione delle carni di ungulati che di piccola selvaggina.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede FIDC Magenta, in Via Cadorna 12. Per maggiori informazioni inviare una e-mail a fidcnucleomagenta@gmail.com oppure a info@alpvet.it. www.federcaccianucleomagenta.it

 

Corso Cacciatore Formato Magenta

 

Cacciatore Formato: a Varese il Corso per il corretto trattamento delle carni di selvaggina

Sono aperte fino al 15 giugno le iscrizioni per partecipare al Corso per il corretto trattamento delle carni di selvaggina organizzato in collaborazione con la sezione FIDC di Varese e lo Studio Associato AlpVet. Le lezioni, articolate in 4 appuntamenti teorici e una prova pratica, hanno l’obiettivo di abilitare la figura del Cacciatore Formato ai sensi ai sensi dei Reg (CE) 852-853 del 2004 e della DGR X/2612 del 7 novembre 2014 di Regione Lombardia.

Gli incontri teorici si svolgeranno presso la sede FIDC di Varese, in Via Piave 9, nelle seguenti serate: 21, 26 giugno e il 4, 10 luglio; mentre la prova pratica si svolgerà il 13 luglio.

Per info e iscrizioni contattare la segreteria FIDC di Varese al numero 0332-282074 oppure via e-mail all’indirizzo fidc.varese@fidc.it. Maggiori dettagli su www.fidc-va.eu

 

 

I° Congresso Nazionale “Filiera Carni di selvaggina” – Lodi, 7/8 novembre 2019 – PreCall

“Tenuto conto del suo valore ecologico, sociale ed economico, la fauna selvatica è un’importante risorsa naturale rinnovabile, con rilevanza per settori quali lo sviluppo rurale, la pianificazione del territorio, l’offerta alimentare, il turismo, la ricerca scientifica e il patrimonio culturale. Se gestita in modo sostenibile, la fauna selvatica può fornire un’alimentazione e un reddito e contribuire notevolmente alla riduzione della povertà, nonché alla salvaguardia della salute umana e ambientale” (FAO, 2005).

Partendo da questi presupposti, e convogliando le varie esperienze svolte in Italia, nasce l’esigenza di promuovere un Congresso nazionale sul tema della Filiera delle carni di selvaggina selvatica, con l’obiettivo di fornire strumenti in grado di applicare correttamente le norme già presenti, al fine di valorizzare una risorsa disponibile che sta trovando sempre maggior consenso nel consumatore moderno.

Il congresso è organizzato grazie alla collaborazione tra Società Italiana di Ecopatologia della Fauna (S.I.E.F.), Associazione Italiana Veterinari Igienisti (A.I.V.I.), Società Italiana di Economia Agraria (S.I.D.E.A.), Società Italiana di Economia Agro-Alimentare (S.I.E.A.) e i Dipartimenti di Medicina Veterinaria (DIMEVET) e di Scienze Veterinarie per la Salute, la Produzione animale e la Sicurezza alimentare “Carlo Cantoni” (VESPA) dell’Università degli Studi di Milano ed il supporto dell’Associazione per lo sviluppo della cultura, degli Studi Universitari e della ricerca nel Verbano Cusio Ossola (ARS.UNI.VCO) e di Fondazione Onlus Uomo-Natura-Ambiente (Fondazione U.N.A.).

Enti Convegno Carni

Gli aspetti sanitari, unitamente a quelli socio-economici, sono le basi per la creazione di una filiera certificata, e sono gli elementi chiave per garantire un controllo qualitativo delle carni dalla produzione fino al consumatore finale.
Obiettivo del congresso è fornire strumenti utili a migliorare e definire la qualità del prodotto, certificandone anche requisiti non ancora normati ma richiesti dal consumatore, come ad esempio il benessere animale, l’impatto ambientale, i valori nutrizionali e la tracciabilità.

Il Congresso si terrà a Lodi, presso la Facoltà di Medicina Veterinaria, nelle giornate del 7 e 8 novembre 2019 e sarà suddiviso in 4 sessioni ad invito ed una sessione libera (5° sessione) aperta alle presentazioni di esperienze rilevanti a livello nazionale, sia come contributo orale che come poster:

  • 1° sessione: Qualità, percezione e valorizzazione della carne di selvaggina di filiera italiana
  • 2° sessione: Igiene di processo e sicurezza alimentare
  • 3° sessione: Patogeni e contaminati
  • 4° sessione: Il punto di vista del Ministero sulla filiera nazionale delle carni di selvaggina
  • 5° sessione (libera): Contributi scientifici di progetti a rilevanza nazionale

Per scaricare la precall del Congresso e la scheda di iscrizione visitate il sito: https://congressocarnidiselvaggina.wordpress.com/